I ragazzi di Special Olympics protagonisti all’Arena Garibaldi!

31 Marzo 2017

Il Pisa ancora protagonista nell’ambito del calendario di eventi dell’iniziativa congiunta con Lega B “Un giorno per la nostra città. Il tema dell’ultimo appuntamento “Le diversità nelle identità, superando barriere architettoniche e culturali” verrà sviluppato domani in occasione del match Pisa-Salernitana in programma all’Arena Garibaldi.

Una delegazione degli atleti di Special Olympics sarà infatti ospite del nostro stadio e tra il primo e il secondo tempo sarà protagonista in campo per giocare, divertirsi e coinvolgere il pubblico in un ‘intervallo’ tanto unico quanto speciale. Ad accompagnarli, per l’occasione, una rappresentanza delle giovanili nerazzurre a simboleggiare con ancora maggiore forza la campagna di sensibilizzazione per abbattere ogni forma di barriera, architettonica e culturale, nei confronti della diversità che Lega B assieme alle 22 consorelle sta portando avanti da tempo.

Il movimento Special Olympics (SO), nato nel 1968 con i Primi Giochi Internazionali di Chicago, nell’Illinois, grazie alla fondatrice Eunice Kennedy e oggi riconosciuto dall’Internationl Olympics Committee (IOC) oltreché dall’International Paralympic Committee (IPC)

Special Olympics a livello locale, nazionale ed internazionale organizza allenamenti ed eventi per persone con disabilità intellettiva, gli atleti (indipendentemente dai livelli di abilità possedute), e con la partecipazione attiva ed interessata di persone senza disabilità intellettiva, i partner. Le manifestazioni sportive organizzate da Special Olympics sono aperte a tutti e, sulla base di regolamenti internazionali continuamente testati e aggiornati, premiano tutti.

All’Arena saranno presenti atleti, partner, tecnici, volontari, familiari e dirigenti delle Associazioni Aquateam Nuoto Cuoio, Canottieri San Miniatio e Nuova Arlecchino Sport Livorno in rappresentanza dei 30 gruppi toscani di Special Olympics Italia. Saranno loro a testimoniare l’importanza delle attività e delle azioni promosse da Special Olympics nella scuola, nello sport, nel tempo libero, ma più in generale, a testimoniare l’importanza del condividere esperienze significative per tutta la comunità.

Vale la pena conoscere il giuramento internazionale che unisce ed incoraggia atleti e partner prima di ogni evento ufficiale “Che io possa vincere ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze